Barcellonaonline.net

Cose da fare a Barcellona e dintorni

 

 Barcellona - Hotel - Voli - Ristoranti - Cosa fare - Meteo - Musei - Parchi - Metropolitana - Mappa

Cose da fare Barcellona
Shopping aquisti
Visita al porto
- Alberghi vicini
- Mappa porto
- Video del Porto

- Foto Port Vell
Sagrada Familia
Poble Espanyol
Parc Guell
Tibidabo
Teatri
Ristoranti
Discoteche
Pub e locali
Menu:
Hotel Barcellona
Hotel a Barcellona e in tutta la Spagna.

Cose da fare Barcellona
I parchi, le attrazioni principali, le discoteche e i divertimenti.

Voli per Barcellona
Volare a basso costo e alta sicurezza.
Vacanze a Barcellona
Volo, albergo, macchina a noleggio per la tua vacanza.
Last minute Barcellona
Prenotazioni voli aerei last minute.
Aeroporto Barcellona
Aeroporti di Barcellona. Info generiche.
 

Partners

Aggiungi il tuo link

 

Cosa fare a Barcellona:
il Porto (Port Vell) e il lungomare

Cosa fare a Barcellona Shopping a Barcellona Ramblas
Ristoranti Pub e Locali Discoteche Teatri il porto

La bellezza di una città come Barcellona è data anche dal fatto che è una città sul mare e che vede nella sua area portuale e sul lungo mare uno dei punti più caratteristici di tutta la città.
Strutture per il tempo libero convivono con le imbarcazioni; si tratta di un' area molto pittoresca e meta obbligata dei turisti di tutto il mondo che spesso da quì giungono in città via mare.
Un ipotetico itinerario che ricomprenda la zona portuale di Barcellona lo farei incominciare dalla Placa del Portal De La Pau.

  • Portal De La Pau
    E' questa una piazza circolare che costituisce un punto di arrivo delle ramblas e funge da porta di ingresso della zona portuale. Quì troviamo subito il Monument a Colom, realizzato per l' esposizione universale del 1888: si tratta di una colonna in ferro alta 60 mt e decorata da rilievi che celebrano la vita e i viaggi di Cristoforo Colombo, la cui statua che indica il mare si trova sulla cima della colonna.
    Fra il mare e il pesseig de Josep Carner si trovano le Duanes, un edificio del XX secolo sede della dogana, il cui tetto è gremito di animali mitologici.
  • Museu Maritim
    Il museo Marittimo di Barcellona è stato allestito all' interno dell' antico edificio delle Drassanes, i vecchi cantieri navali, in 12 capannoni coperti da volte ogivali. Quì c'è tutto quello che può riguardare l mare e la navigazione, sia commerciale sia bellica, attraverso modellini, strumenti, attrezzi e anche navi in scala reale. Quì si può trovare la Galea Reial, la nave reale con la quale don Giovanni d' Austria sconfisse i turchi a Lepanto nel 1573; oppure possiamo vedere fedelmente riprodotti gli ambienti interni di un trasantlantico di inizio '900, o ancora sentire i rumori e i suoni che scatena una tempesta tropicale o gli abissi come appaiono da un oblò.
    Attraverso il viale di scorrimento che costeggia il complesso dei Drassanes ( avinguda del Paral-lel perchè si trova esattamente in corrispondenza del 39° parallelo) e il quartiere anni fa malfamato e oggi in forte espansione  di Barri Xino, si raggiunge il complesso monastico di Sant Pau del Camp,
  •  Sant Pau del Camp, un bell' edificio romanico del XII-XIII secolo che riutilizza nella decorazione del portale numerosi elementi più antichi; da vedere anche l' annesso chiostro, scandito da preziose colonnine lobate culminanti in elaborati capitelli.
  • Port Vell
    In corrispondenza  di Placa del Portal del al Pau, troviamo la Rambla del Mar, praticamente un pontile completamente pedonalizzato; questa si spinge nel mediterraneo verso il Moll D' Espanya, che costituisce il confine est del Port Vell.
    Gran parte del recupero del porto vecchio è dovuto ai giochi olimpici del 1992: quì sono stati sostituiti gran parte delle antiche costruzioni con modernissimi edifici all' avanguardia per quegli anni, come il Maremagnum, centro commerciale in vetro scuro, metallo e cemento, o l' Aquarium, dove in gigantesche vasche nuotano animali marini provenienti da tutti i mari del mondo, o ancora il World Trade Center, inaugurato nel 1999, che ospita uffici, aree commerciali e un albergo di lusso.
    Tornando al " antico", al confine del Barri Gotic, troviamo la Església del la Mercè ( sec. XVIII ) meta di visita da parte dei cittadini più devoti perchè custodisce la statua della Verge de la Mercé, co-patrona di Barcellona assieme a Sant'Eulalia. La chiesa si affaccia su Carrer d' Avinyò, via importante oltre che per le case in parte del XVI sec e XIX sec. perchè in passato era meta preferita dalle meretrici ed è stata per questo ispirazione per la prima opera cubista di Picasso " Les Demoiselles d' Avignon".
  • La Barcelonetta
    La zona che scorge alla spalle del Port Vell, è il quartiere costruito a partire dal 1753 chiamato La Barceloneta. Al termine del passeig de Colom, si può vedere sulla destra il Museum d' Historia de Catalunya. Quì troviamo le vicente della regione dalla preistoria ai giorni nostri.
    continuando per Pesseig de Joan de Borbò arriviamo fino alla Esglesia de Sant Miquel del Port, innalzata nel  XVIII secolo secondo il gusto barocco.
    Al termine della strada, parallela al passeig Maritim la Platja de la Barceloneta, dove ci si può fare anche il bagno, nonostante la vicinanza del porto.
    Costeggiandola troviamo prima il Port Olimpic e poi la Vila Olimpica, opere queste legate alle olimpiadi del 1992, ottenute con la riconversione di opere industriali dismesse. Oggi è questo uno dei quartieri meglio rappresentativi di Barcellona, particolarmente ambito per la vita a contatto diretto col mare.
  • Llotja ed Esatciò de França
    Oltre la plaça d' Antoni Lòpez passeig de Colom sbocca in passeig Isabel II e incontra a sinistra la Lliotja, edificio dall' aspetto neoclassico ma nato nel XIV secolo come dogana e sede del Consolat de Mar; particolamente suggestiva la bellissima sala gotica scandita in 3 navate da esili colonne che sorreggono archi. Non lontano da quì troviamo l' Estaciò de França, aperta in occasone dell' Esposizione del 1929 e oggi terminal per un numero limitato di treni con all' interno un centro culturale e impianti sportivi.


     
 

Barcellona online 2006