Barcellonaonline.net

Parchi e posti da visitare a Barcellona

 

Barcellona - Hotel - Voli - Ristoranti - Cosa fare - Meteo - Musei - Parchi - Metropolitana - Mappa

Musei Barcellona
Museo Sagrada Familia
Museo Parc Guell
Museo Picasso
- Hotel in zona

- Mappa museo
- Video Picasso

- Picasso:La vita
- Picasso: le opere
Fundaciò Joan Mirò
Casa Milà "La Pedrera"
Casa Batlò
Poble Espanyol
Parc de la Ciutadella
altri musei
Menu:
Hotel Barcellona

Cose da fare Barcellona

Voli per Barcellona
Vacanze a Barcellona
Last minute Barcellona
Aeroporto di Barcellona
Partners

Aggiungi il tuo link

 

Picasso: vita di un grande artista
Picasso a Barcellona

Pablo Picasso nasce il 25 ottobre del 1881 a Malaga, in Andalusia.
Figlio di Maria Picasso Lopez e José Ruiz Blasco, insegnante di disegno presso i più importanti istituti artistici spagnoli. Suo padre lo avvia precocemente all’apprendistato artistico, ed il giovane Pablo dimostra uno straordinario talento, tanto che ad appena quattordici anni espone già un suo primo dipinto ad una mostra di Barcellona, ottenendo il meravigliato consenso della critica. La famiglia si trasferisce a La Coruña, in Galizia, dove Picasso frequenta la Scuola d’Arti e Mestieri. In dicembre muore l’adorata sorella minore Conchita. Questa morte prematura condizionerà tutti i futuri rapporti amorosi dell’artista e influirà sulla sua particolare concezione della vita e dell’arte

La famiglia si trasferisce a Barcellona, dove Picasso frequenta l’istituto artistico la “Llotja”, manifestando una scrupolosa attenzione per l’esercizio del disegno. Picasso si trasferisce a Madrid per seguire i corsi di disegno all’accademia di San Fernando. Nell’estate del 1894 accompagna l’amico Manuel Pallarès a Horta De Ebro, al confine fra Catalogna e Aragona. La passione per la Spagna rurale e “primitiva” lo accompagnerà per tutta la vita. A Barcellona si apre una fase esistenziale e artistica ricca di suggestioni creative.A Barcellona si apre una fase esistenziale e artistica ricca di suggestioni creative. Picasso si lega ai modernisti catalani e conosce Carles Casagemas, che avrà un ruolo fondamentale nella sua evoluzione pittorica. Insieme a Casagemas compie il suo primo viaggio a Parigi. La sua pittura risente dell’influenza di Degas, Van Gogh e Toulouse-Lautrec. Nel febbraio del 1901 Carles si suicida lasciando un segno indelebile nell’opera e nella vita di Picasso. La pittura di Picasso, che fino ad allora non aveva maturato uno stile personale, ha una prima decisiva svolta: si inaugura il cosidetto “periodo blu”, dove l‘artista dipinge prevalentemente esseri miserabili, immersi in un’atmosfera di desolazione

In questi anni si sviluppa il periodo del cosidetto “cubismo” nelle sue due fasi, analitica e sintetica. Intanto Picasso conosce e si innamora di Eva Guel, che morirà di tubercolosi alla fine del 1915. Picasso da inizio al “classicismo”, periodo caratterizzato da una rivisitazione originale dei moduli figurativi del passato. Nel 1918 sposa la ballerina russa Olga Koklowa. Collabora con Djagilev e con i maggiori musicisti dell’epoca a diversi allestimenti teatrali. Nel 1921 nasce il suo primo figlio Paulo.

Incontra Marie-Thérèse Walter, che diventerà la musa ispiratrice di una nuova fase stilistica, il “surrealismo”. Le forme si fanno piene e sinuose, la sensualità della pittura di Picasso è prorompente. Si separa dalla moglie Olga dopo la nascita della secondogenita Maya. Successivamente anche la relazione con Marie-Thérèse comincia a deteriorarsi in seguito all’incontro con la fotografa Dora Maar. In sostegno della repubblica spagnola dipinge nel 1937 “Guernica”.Fig. 1

Si lega alla pittrice Françoise Gilot, madre di Claude e Paloma. Si dedica alla letteratura, al teatro, alla poesia e alla scultura – Fig.2. Scopre l’arte della ceramica.

Da tempo si era ritirato nella pace soleggiata della Francia meridionale. Negli ultimi anni della sua vita si trasferisce, insieme alla seconda mogli Jacqueline Roque, a Mougins nell’antico mas provenzale di Notre-Dame-De-Vie. La sua attività creativa è intensissima fino al giorno della morte, l’8 settembre del 1973.


 

 

 

 

Bacellona - Hotel - Voli - Ristoranti - Cosa fare - Meteo - Musei - Parchi - Metropolitana - Mappa

 

Barcellona online 2006

>